Quando il grano ti cambia la vita

 

Dolori all’ addome, nausea, vomito, diarrea, stipsi, spossatezza e mal di testa sono sintomi che possono essere legati a diverse patologie, ed una di queste è la intolleranza al glutine o celiachia.

Per poter individuare una intolleranza o anche una semplice sensibilità al glutine, e quindi al grano, è indispensabile sottoporsi ad esami specifici come esami del sangue volti alla ricerca di anticorpi contro il glutine  e contro i transglutaminasi o iniettando minimi quantitativi di garno sotto la cute (prick test). Questi esami possono non essere sufficienti e, qualora il malessere sia persistente, sarà necessario una analisi dei villi dell’ intestino, alla ricerca di eventuali danni, da effettuare con una biopsia.

L’ unico rimedio contro questi malesseri è eliminare il consumo dei cibi che contengano glutine ( ad esempio frumento, segale, farro, orzo) , in modo definitivo qualora si accerti una celiachia, oppure transitoriamente nel caso di sensibilità al glutine per poi reinserire le farine in modo graduale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *