Cure antiche per malanni nuovi, la fitoterapia

 

Cos’ è la Fitoterapia? Probabilmente la pratica medica più antica e diffusa in tutto il globo, che prevede l’utilizzo di piante o estratti di piante per la cura delle malattie o per il mantenimento del benessere psicofisico. Queste erbe medicinali, che potevano essere coltivate e spontanee, venivano utilizzate nonostante mancassero dati che dimostrassero il fondamento scientifico della loro efficacia. L’uso di queste pratiche medicamentali veniva tramandato di generazione in generazione garantendo la conservazione della conoscenza.

Anche oggi viene lasciato largo spazio a questo genere di cure perchè gli effetti collaterali determinati dai medicinali di sintesi hanno rinnovato l’interesse per l’approccio “naturale”.
Uno dei rimedi legato alla medicina naturale è l’uso della propoli, una sostanza prodotta dalle api e che ha vari impieghi. Innazitutto cura disturbi come tosse, mal di gola ed afte perchè ha un elevato potere antibatterico ed antimicotico, ma l’aspetto più sorprendente è la sua capacità di svolgere sia una funzione immunostimolante (che consente all’organismo di combattere gli stati influenzali) che antiossidante (che combatte l’invecchiamento cellulare).

Tutti i prodotti di fitoterapia vanno preparati seguendo un adeguato iter per non avere controindicazioni. Talvolta però, lo sfruttamento  di piante ed erbe può dar vita a trattamenti non ben documentati che possono portare a possibili rischi. Oltre a ciò, non bisogna dimenticare che molte piante interagiscono con i farmaci, spesso annullando l’effetto o addirittura aumentandone la tossicità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *