Viaggio in aereo? Cosa DEVI sapere!

 

Per la rubrica Curiosità, quest’oggi, ci occupiamo dei viaggi in aero. Croce e delizia di tutti i viaggiatori è praticamente impossibile pensare di affrontare una partenza senza ricorrere a questo mezzo per spostarci. Nonostante il fatto che l’aero sia diventato un mezzo quasi di “routine” o comunque una presenza fissa nelle nostre vite, al pari di macchine e moto, ci sono domande comuni, a cui ognuno di noi ha pensato almeno una volta nella vita, a cui non sappiamo dare una risposta. Niente paura, ci pensa la nostra rubrica.

Perché non si può usare il cellulare in aereo?
Potete tirare un respiro di sollievo, le frequenze del cellulare non sono fatali per un volo aereo, ma comunque disturbano le comunicazioni radio. Far spegnere gli smartphone, dopo aver impostato la modalità offline, è una precauzione utilizzata onde evitare che le onde emesse dal cellulare interferiscano con i segnali che riceve la cabina di pilotaggio, e nel caso peggiore, che ne impediscano la ricezione.

Perché spengono le luci durante le manovre di atterraggio?
Ancora una volta si tratta di una precauzione, un tantino macabra. E’ un accorgimento adottato per far si che gli occhi dei viaggiatori siano già abituati all’oscurità qualora si dovesse far evacuare l’aereo, così da poter muoversi meglio durante le manovre di salvataggio.

Che cos’è una turbolenza, è pericolosa?
La turbolenza è definita come “una zona d’aria instabile” (spazi dove il flusso dell’aria varia), si manifesta all’interno di nubi temporalesche, in prossimità di montagne, ad alta e bassa quota.
E’ una delle paure più diffuse per chi non ama viaggiare in aero; la turbolenza, colei che fa serrare le mani intorno al seggiolino e sudare freddo. Rilassatevi…rilassiamoci! E’ scientificamente provato che turbolenze e vuoti d’aria non minacciano la sicurezza del volo. In ogni caso, per evitare problemi di sorta, ricordate di restare seduti e mantenere le cinture allacciate…e soprattutto, mantenere a bada una paura immotivata.

L’igiene a bordo è garantita?
Avete ancora paura di lasciare acceso il cellulare? Sbagliate! Il vero pericolo sono i batteri che si annidano tra poltrone e superfici. A quanto pare gli aerei sono dei ricettacoli di germi, infatti, esaminando diverse compagnie di volo americane, sono state trovate ingenti quantità di E.coli nei braccioli e nelle tasche dei sedili, acqua di rubinetto contaminata e molteplici germi nei bagni. In bocca al lupo ai viaggiatori abituali.

Perché occorre chiudere i tavolini e mantenere gli schienali dritti?
La ragione è sempre la stessa, la nostra sicurezza. Immaginate di dover scappare da una stanza, vi piacerebbe sbattere in un tavolino o in una sedia? No? Figuratevi su un aereo.
Queste precauzioni vengono prese in due momenti, il decollo e l’atterraggio, le due parti del volo notoriamente più rischiose.

Come funziona la maschera d’ossigeno?
Osservando le hostess abbiamo imparato che in caso di necessità le maschere d’ossigeno fuoriescono dall’alloggiamento, in quel momento devono essere indossate senza preoccuparsi che il sacchetto sia gonfio o meno perché sono comunque funzionanti. Quello che molti non sanno è che le maschere garantiscono circa 15 minuti di ossigenazione. Vi sembra poco? Vi sbagliate! Questo è il lasso di tempo ottimale affinché il pilota riesca a portare il velivolo a bassa quota, dove sarà possibile respirare normalmente (senza maschera).

Per oggi è tutto, vi ringraziamo per aver volato con BlogPlus!!! Buon viaggio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *