Frutta e miti da sfatare

 

Sulla frutta ci sono tante false credenze e miti da sfatare.

Alcune persone pensano che la frutta vada consumata lontano dai pasti per evitare gonfiore intestinale, invece, questo sarà opportuno solo per chi ha dei problemi intestinali o gastroesofagei, viceversa sarà di ausilio per tutti coloro che soffrono di problemi di peso in quanto ci sono frutti -come ad esempio le mele– che sono in grado di stimolare il senso di sazietà e di conseguenza ci permetteranno di ridurre il consumo dei cibi più calori.

Altro mito da sfatare è che l’anguria sia difficile da digerire perchè la colpa ricade in realtà sulla temperatura del frutto, sarà quindi opportuno evitare di consumare angurie ghiacciate per digerire correttamente questo frutto che è fatto per lo più di acqua ed è di facile assorbimento.

I medici raccomandano di consumare 5 porzioni di frutta al dì ma in questa categoria non rientra la frutta secca, il cui elevato apporto calorico rende opportuno un consumo limitato.

Un errore è anche credere che la frutta, in quanto ricca di zuccheri, non vada consumata da chi ha problemi di diabete perchè al contrario il fruttosio così come il glucosio ed il saccarosio contenuti nella frutta vengono assorbiti dall’organismo lentamente così da evitare dei picchi glicemici.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *