Lunga vita alle ossa

 

 

Una delle malattie che colpiscono in primis le donne dopo i 40 anni è l’ osteoporosi, quel fenomeno che vede ridurre il tessuto osseo in modo lento ma incessante. Se volete avere un organismo sano è necessario contrastare l’ infiammazione cellulare attraverso un regime alimentare ottimale che sia in grado di fornire i nutrienti giusti, seguendo una dieta ricca di minerali – che aiutano le ossa – e di cibi alcalini quali frutta e verdura.  Il consumo di proteine e’ fondamentale per questo sarà necessario consumare pesce, carne magra e latticini.

La componente essenziale per ridurre il rischio di fratture, talvolta non causate da traumi ma assolutamente spontanee, è il calcio – questo viene introdotto attraverso l’alimentazione ed immagazzinato nello scheletro che lo distribuisce al resto del corpo- quando il calcio ceduto supera quello immagazzinato si arriva alla fragilità ossea. Ma perchè il calcio venga assimilato è indispensabile un adeguato apporto di vitamina D, presente in alimenti come pesce, uova, fegato, latte e formaggi.

La maggior parte della vitamina D viene sintetizzata dalla pelle grazie ai raggi Uv per questo è indispensabile esporsi ai raggi del sole anche in inverno, senza tralasciare comunque una moderata attività fisica per tonificare il fisico e rafforzare le ossa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *