Sai conservare correttamente i cibi ?

 

 

Quando si parla di alimenti un aspetto da non sottovalutare è la conservazione degli stessi. Il primo obbligo riguarda i produttori ed i rivenditori, ma anche noi che acquistiamo abbiamo delle regole da rispettare perchè gli alimenti mantengano inalterate le proprietà organolettiche (sapori, odori, aspetto e consistenza) e quelle nutrizionali. Le proteine, gli zuccheri, i grassi, ma anche le vitamine, i sali minerali e l’ acqua contenuti nei cibi se non correttamente conservati possono subire alterazioni dannose per la nostra salute.

Conservare correttamente implica anche saper leggere le etichette e le date di scadenza: gli alimenti deperibili riportano la dicitura “Da consumarsi entro ” e devono essere consumati entro quella data per non subire alterazioni; gli alimenti stabili come pasta o biscotti, che si conservano a temperatura ambiente e per lunghi periodi, riportano la dicitura “Da consumarsi preferibilmente entro” , consumare il prodotto dopo la data indicata non è pericoloso per la salute ma il cibo potrebbe non avere più lo stesso sapore o consistenza. I produttori devono indicare anche le modalità di conservazione e la temperatura ideale per garantire che il prodotto si conservi integro fino alla data di scadenza.

Da non sottovalutare è il momento del trasporto degli alimenti dal supermercato a casa, soprattutto nel periodo estivo è indispensabile munirsi di borse refrigerate e prendere gli alimenti surgelati solo al termine della spesa per evitare l’effetto scongelamento – ricongelamento. Mantenere il frigo pulito ed alla temperatura ottimale (tra i 4°C e i 10°C) è l’ultimo passaggio da rispettare per poter consumare dei cibi in ottimo stato di conservazione e quindi non dannosi per la nostra salute.

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *