Il sonno come difesa immunitaria

 

Avete mai riflettuto su quali siano i sintomi quando si ha il raffreddore? Ci si sente stanchi e assonnati, talvolta sale anche la febbre e questo è sintomo che il nostro corpo sta tentando di combattere un’ infezione. Studi condotti sul funzionamento del sistema immunitario e del sonno sono riusciti a dimostrare che esiste un collegamento di tipo molecolare tra il sonno ed il raffreddore; secondo uno studio pubblicato sulla rivista Sleep si è provato che coloro che dormono meno di sei ore a notte aumentano di ben quattro volte le probabilità di ammalarsi.

Quando si è raffreddati non riusciamo a dormire bene, il naso congestionato ci porta a respirare con la bocca irritando ancora di più le vie aeree e facendo aumentare la tosse, di conseguenza il nostro organismo non è in grado di riprendersi e superare l’infezione. Per potenziare le difese immunitarie non bastano una sana alimentazione ed una adeguata attività fisica, occorre anche dormire 7/8 ore a notte. Per coloro che considerano il sonno ristoratore, ora hanno dalla loro parte anche la scienza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *